Perché i bitcoin rivoluzioneranno il sistema monetario del futuro

In seguito alle varie crisi del sistema finanziario, è nata l’esigenza di trovare nuovi metodi che consentano il risparmio , e diventa necessario ricorrere maggiormente all’utilizzo della moneta elettronica.

Che cosa sono i Bitcoins?

Il Bitcoin è una moneta elettronica che venne introdotta nel 2008 da Satoshi Nakamoto in seguito alla crisi finanziaria dello stesso anno.
È un considerato un metodo di pagamento paritario alle altre monete del mondo ed è basato su un algoritmo che lo rende uno strumento matematico di calcolo. Infine è decentralizzato da ogni banca e da ogni forma di governo che ne possa controllare la diffusione.
È inoltre una moneta crittografata, ovvero protetta dal verificarsi di ipotetici attacchi informatici, e tutela in modo molto attento e scrupoloso la privacy dei suoi acquirenti.

Il Bitcoin diventerà il futuro del sistema finanziario?

Secondo quanto dichiarato da Reggie Middleton, l’amministratore delegato di Veritaseum, il bitcoin sarà presto la chiave del sistema finanziario.
In una recente intervista, Middleton ha infatti dichiarato che quello dei bitcoins è un tipo di mercato differente, totalmente indipendente dal sistema gestito dalle banche centrali.

Il protocollo di Bitcoin

Sempre secondo il parere di Reggie Middleton, il Bitcoin sarebbe basato su un protocollo di rete, ovvero un’insieme di informazioni e di istruzioni che hanno il compito di spiegare come deve essere realizzata una determinata cosa.
Questo protocollo è simile a quello di cui si avvale internet, dove si è in possesso delle nozioni di basema anche di elementi più sofisticati, a cui vanno poi ad aggiungersi tutte le altre applicazioni.
Il servizio più semplice include la valuta P2P che funzionando in maniera indipendente, può rendere le transazioni gratuite, direttamente e con chiunque.

Le commissioni di intermediazione sono abolite

Un punto che ci permette di capire che i bitcoins saranno il futuro del sistema finanziario, è sicuramente quello relativo all’abolizione delle spese di commissione in quanto non c’è assolutamente bisogno di avere un intermediario ma si va a garantire l’eliminazione di tutto ciò che non è pienamente utile alla transazione.
Caricare delle spese senza aggiungere nessun controvalore prende il nome di rendita economica.
In futuro quindi le banche, i brokers, le borse e gli assicuratori, potrebbero essere espulsi dal mondo del business, e il mondo finanziario ne andrebbe a beneficiare in quanto da un lato non ci sarebbero più spese aggiuntive e dall’altro questo ipotetico universo potrebbe espandersi ulteriormente.

Il futuro della finanza dipende dalle criptovalute

Questo nuovo metodo di pagamento va affermandosi sempre di più, e solamente negli ultimi 5 anni le transazioni di Bitcoin hanno avuto una crescita del 60%.
Essi sono frutto dell’avanguardia e sono il domani del mondo finanziario.
Tra i vantaggi apportati da questo sistema abbiamo l’impiego dei bitcoins come mezzo di pagamento verso l’acquisto di beni e servizi senza bisogno di intercessione da parte delle banche.
Hanno una riserva di valore e possono essere legati a dei beni fisici ed a valute reali.
Inoltre riescono a permettere a chi non dispone di un accesso bancario di entrare nel sistema finanziario, senza ricorrere all’autorità centrale, ma andando do a creare un collegamento diretto tra utente e creatore.
Questo andamento crescente, ha portato molte persone ad affidarsi e ad investire su questo nuovo prodotto, andando a rafforzare le nuove politiche e gettando le basi per un futuro più delineato.
Più queste criptovalute continueranno a crescere e ad ottenere consenso, più le loro implicazioni a lungo termine saranno ben definite.
Se si desiderano più informazioni, risulta utile visionare il sito Satoshiscore, nel quale è possibile trovare exchange di criptovalute, i migliori pallet, le carte cripto più in voga e i migliori cloud Ming.

Il mondo della finanza, così come lo conosciamo oggi, è destinato a cambiare e ad evolversi, e ciò comporterà la creazione di tantissime nuove opportunità di investimento nell’intera economia globale.

Autore dell'articolo: Eleonora